Fond de fleurs de chanvre vert

La Guida del CBD

 

Scopri tutto quello che c'è bisogno di sapere sul CBD

Il CBD, anche chiamato cannabidiolo, è una delle molecole che compongono la Canapa, una pianta conosciuta da millenni. Presente nei prodotti Kaya, soprattutto per la sua azione antistress, si tratta di una molecola ancora poco nota in Italia ma utilizzata moltissimo altrove, come in Svizzera, Canada o Stati Uniti.

 

Una volta deciso di voler gestire il proprio stress quotidiano, i prodotti a base di CBD possono essere una soluzione. Nonostante questo siamo parecchio dubbiosi, magari perché confondiamo il CBD con il THC, la molecola estratta dalla canapa che ha effetti psicotropi.

 

Grazie ai recenti e numerosi studi scientifici, siamo adesso dotati di informazioni chiare e attendibili sull'argomento.

Scopri il cannabidiolo

Noi di Kaya preferiamo la chiarezza. Ecco perché ti proponiamo una guida completa per conoscere al meglio il cannabidiolo:

 

Cos'è il CBD?
È legale in Italia?
Quali sono i benefici?
La sua efficacia è provata?
Quali sono gli effetti secondari?
Perché prendere del CBD?
Come usarlo?
→ [Quale prodotto a base di CBD scegliere?](#Quale-prodotto-a-base-di CBD-scegliere-?)
→ [Cosa verificare prima di comprare del CBD in Italia?](#Cosa-verificare- prima-di-comprare-del-CBD-in-Italia?)
Lessico

 

E se questa guida non rispondesse a tutte le tue domande? Il team Kaya è qui per per informarti sulla composizione e le proprietà dei nostri prodotti. Non esitare a contattarci tramite email all’indirizzo hello@feelkaya.it.

Per gestire meglio il tuo stress, dormire serenamente, o ricaricare le tue energie, i prodotti Kaya sono dei veri alleati da avere sempre a portata di mano.

Cos’è il CBD?

Rodin avec une feuille de chanvre

Quando si parla di Canapa, spesso la si confonde con la cannabis. Nonostante la canapa e la cannabis facciano parte della stessa specie (Cannabis Sativa) e della stessa famiglia (Cannabaceae), sono due piante ben distinte che hanno effetti completamente diversi.  

Allora in cosa si differenziano? Semplicemente, la cannabis ha una concentrazione di THC molto più alta della canapa.

 

Il THC è una molecola cannabinoide che può generare effetti psicoattivi. Ad oggi, la sua distribuzione ed il consumo sono illegali in Italia. Se la concentrazione di THC nella cannabis si situa in media tra il 15 ed il 25%, questa non supera per legge lo 0,2% nella canapa industriale.

 

Questa guida non parlerà di THC, ma di CBD : questa molecola è legale in Italia e senza alcun rischio per la salute. Derivato dalla canapa, il cannabidiolo ha delle proprietà benefiche dimostrate scientificamente

La canapa: una pianta eccezionale

La canapa è una delle piante coltivate dall'uomo fin dall'antichità, il suo utilizzo risalirebbe infatti al Neolitico. In quell'epoca, la canapa era utilizzata principalmente come fibra tessile, ma le sue virtù mediche erano già note.

 

E oggi? L'Italia è un importante produttore europeo di canapa industriale. Si parla di canapa industriale, totalmente legale, quando la concentrazione di THC è inferiore allo 0,2%.

 

Gli utilizzi della canapa industriale sono svariati:

 

  • Lo stelo permette la fabbricazione di fibre tessili, nonché di materiali di costruzione come i mattoni di canapa.
  • I fiori, composti da quasi 110 cannabinoidi, sono trasformati in semi.
  • Alla fine dell'estate, dopo la fioritura, i fiori si trasformano in semi che non contengono alcun cannabinoide. Dalla loro lavorazione si possono ottenere olio e farina di canapa, nota per essere ricca di proteine.

 

In Italia è attualmente possibile utilizzare i semi e lo stelo della canapa, ma non i fiori e le foglie. Un'evoluzione della giurisprudenza in vigore è prevista per il 2021, rendendone l'utilizzo possibile.

 

Se la canapa è una pianta coltivata da secoli, è dovuto anche al suo aspetto ecologico:

 

  • Ha bisogno di pochissima acqua;
  • Non necessita fertilizzanti o pesticidi;
  • A parità d'estensione, assorbe la stessa quantità di CO2 che una foresta;
  • Non necessita pesticidi, infatti combatte autonomamente contro i parassiti;
  • È prodotta localmente.
Feuille de chanvre avec molécule de CBD

Cosa bisogna sapere sul CBD?

Esistono tre tipi di cannabinoidi:

 

  • Gli endocannabinoidi, prodotti spontaneamente dal nostro organismo;
  • I fitocannabinoidi, principalmente prodotti dalla pianta Cannabis Sativa;
  • I cannabinoidi sintetici, prodotti in laboratorio a scopo medico.

  Così come il THC, il CBD è un fitocannabinoide. Queste 2 molecole derivano dalla canapa, più precisamente dai fiori. A parte questo, i due cannabinoidi differiscono molto:  

  • Il cannabidiolo, o CBD, è legale e senza rischi per la salute. Possiede delle proprietà calmanti e rilassanti, ma nessun effetto psicoattivo. Non provoca nessun senso di alterazione o rischio di assuefazione. I suoi benefici sono molti e scientificamente provati;
  • Il tetraidrocannabinolo, o THC, è illegale. Provoca degli effetti psicoattivi ed un rischio di dipendenza.

Quali sono i metodi d’estrazione del CBD?

Le 3 principali tecniche di estrazione del CBD sono:

 

  • Il diossido di carbonio: l'estrazione attraverso il CO2 permette di separare la materia vegetale attraverso l'utilizzo di diossido di carbonio supercritico. È attualmente il metodo più efficiente. Non necessita di solventi chimici né di temperature elevate, il che lo rende un metodo più sicuro e più efficace per ottenere una concentrazione ottimale di CBD. È il metodo utilizzato per fabbricare i prodotti Kaya;

  • La distillation à la vapeur : ici, c’est la vapeur qui sépare l’huile de CBD des matières végétales. Cette technique n’est pas idéale, car si la température de la vapeur est trop élevée, les propriétés chimiques des cannabinoïdes peuvent être altérées.

  • Les dissolvants (hydrocarbures et solvants naturels): c’est exactement le même procédé qu’à la vapeur, mais ce n’est pas de l’eau qui est utilisée pour séparer le CBD des matières végétales, mais bien des solvants plus ou moins naturels. Cette technique est plus efficace que la vapeur pour obtenir du cannabidiol et également moins onéreuse, mais il peut y avoir des résidus toxiques très mauvais pour la santé.

Come funziona il cannabidiolo sul nostro organismo?

Prima di consumare del CBD per la prima volta, è importante capire come questa molecola agisce sul nostro organismo.

 

Bisogna sapere che il corpo umano è dotato di recettori cannabinoidi, il sistema endocannabinoide. Variando da soggetto a soggetto, questi recettori possono essere più o meno numerosi, e ciò spiega perché non reagiamo tutti allo stesso modo ai cannabinoidi.

 

Ne esistono di 2 tipi:

 

  • I recettori CB1, che reagiscono al THC;
  • I recettori CB2, che reagiscono al CBD.

In parole povere, il cannabidiolo ha un'azione sul sistema nervoso e sul sistema immunitario, permettendogli di avere un impatto diretto su umore, ansia, prestazioni e infiammazioni.

 

Una volta capito meglio il suo funzionamento, bisogna conoscere come è preferibile consumare CBD per ottenere il massimo dei suoi benefici. Questa molecola è disponibile sotto diverse forme:

 

  • Oli;
  • Capsule/Compresse;
  • Bevande e tisane;
  • Prodotti cosmetici;
  • Medicinali (ad uso umano ma anche animale);
  • Liquido per sigarette elettroniche;
  • Etc.

 

La biodisponibilità del CBD, cioè la capacità della molecola di raggiungere la circolazione sanguigna, varia in base al tipo di somministrazione. Trattandosi di una molecola liposolubile, utilizzare un olio a base di CBD da applicare sotto la lingua sarà più efficace che bere una tisana a base di cannabidiolo. Alcuni formati sono quindi più efficienti che altri.

 

In Italia, il CBD resta una molecola ancora poco conosciuta. Nonostante ciò, è sempre più studiata ed i suoi benefici sono ormai dimostrati permettendo di trovare una vasta scelta di prodotti davvero efficaci contenenti questa molecola. È il caso delle diverse gamme Kaya.

Il CBD è legale in Italia?

In Italia, il THC è illegale sotto qualsiasi forma. Il CBD è invece consumabile in tutta legalità.

 

Quando si scopre l'universo del CBD, ci si può chiedere perché ci sia una regolamentazione diversa per due molecole della stessa pianta. In effetti c'è una grande differenza tra queste due molecole: una possiede un effetto psicoattivo mentre l'altra assolutamente no.

 

Quest'ultimi anni, la giurisprudenza riguardante la canapa e le sue molecole si è evoluta. Facciamo il punto sulla legislazione attualmente in vigore in Italia.

Posso comprare e consumare legalmente del CBD in Italia?

Buone notizie per i grandi stressati: Sì, è completamente legale l'acquisto ed il consumo di CBD in Italia!

 

Gli operatori sanitari sono ugualmente legittimati a raccomandare cannabidiolo ai loro pazienti, in particolare nel trattamento di disturbi del sonno o problemi d'ansia. Ma attenzione, gli operatori sanitari non hanno l'autorizzazione per distribuire questi prodotti ai loro pazienti.

Legislazione della canapa e del cannabidiolo in Italia

A prima vista, la legislazione riguardante il CBD in Italia può sembrare complessa. Per comprenderla al meglio, bisogna innanzitutto definire lo statuto legale della canapa, della molecola cannabidiolo e dei prodotti finiti.

 

La canapa

In Italia, e in generale in Europa, la coltivazione della canapa è autorizzata se rispetta 3 condizioni:

 

  • Il tasso di THC nella pianta deve essere inferiore allo 0.2%;
  • La varietà di pianta deve essere contenuta nella lista autorizzata dall'Unione Europea;
  • L'impossibilità di utilizzare il fiore.

La molecola

Il cannabidiolo è legale in Europa. Il 19 Novembre 2020, la Corte di Giustizia dell'Unione Europea ha sentenziato in materia di CBD estratto dalle piante di canapa autorizzate:

 

  • Non si tratta di uno stupefacente;
  • La molecola non è nociva per la salute;
  • Il paese che vorrà vietare il CBD per motivi di precauzione, dovrà dimostrare concretamente il rischio per la salute;
  • I paesi europei non possono opporsi alla libera circolazione sul territorio del CBD estratto legalmente all'interno dell'Unione Europea.

I prodotti finiti

La legislazione riguardante il CBD in Italia è ancora vaga per quanto riguarda i prodotti finiti:

  • I prodotti cosmetici composti da CBD sono legali;
  • I prodotti da fumo che contengono CBD sono legali a condizione che non ci siano residui di THC. Vista l'impossibilità d'ottenere 0% di THC nei fiori, l'utilizzo non è autorizzato.
  • Per quanto riguarda i prodotti alimentari, il CBD è considerato dall'Unione Europea come un nuovo ingrediente ("Novel Food"). La loro distribuzione deve essere preceduta da una domanda formale rimessa alla Commissione Europea e all'EFSA (Autorità Europea per la sicurezza alimentare).
  • In collaborazione con l'EIHA (Associazione Europea dell'industria della canapa), Kaya ha presentato domanda formale, attualmente in attesa di validazione, per i suoi prodotti alimentari.

Il CBD : una molecola legale da non confondere con il THC

Per riassumere, il CBD è legale mentre il THC no.

 

Questo si spiega facilmente:

 

  • Il tetraidrocannabinolo (THC) possiede un effetto psicoattivo e comporta un’ alterazione sensoriale accompagnata da un forte rischio di assuefazione.
  • Il cannabidiolo (CBD) non è psicoattivo, non provoca né dipendenza né alterazioni sensoriali. Al contrario, il CBD possiede effetti positivi per la salute scientificamente provati.

 

In poche parole, quando si consuma un prodotto con del cannabidiolo non c'è rischio di sballarsi o diventarne dipendenti. Semplicemente, ci si sente calmi e rilassati, sia mentalmente che fisicamente.

 

L'Organizzazione Mondiale della Sanità si è ufficialmente pronunciata a proposito di questa molecola: non si tratta né di una sostanza illecita né d’una sostanza nociva. Inoltre, secondo l'OMS, è totalmente possibile guidare dopo aver consumato del CBD.

 

Il cannabidiolo non è più considerato un dopante. La molecola è infatti stata ritirata dalla lista dei prodotti dopanti nel settore sportivo, al contrario del THC.

 

Cosa bisogna ricordare?

 

Quando sentiamo dei picchi di pressione quotidiani e desideriamo porre un limite ad una vita stressante, cerchiamo delle soluzioni efficaci e legali per rimanere a galla. I prodotti Kaya rispondono alle esigenze della legislazione italiana ed europea: è quindi possibile utilizzarli legalmente!

Quali sono i benefici del CBD?

I prodotti Kaya sono composti da cannabidiolo. Non è un caso se abbiamo riposto la nostra fiducia in questa molecola derivata dalla canapa: le sue virtù terapeutiche sono dimostrate. E contrariamente al THC, non comporta un rischio di assuefazione, diventando l'alleato perfetto in svariate situazioni.

Quali sono gli effetti sulla salute derivati dal CBD?

I primi studi sul CBD risalgono agli anni ‘60. L'obiettivo era provare la fattibilità di un utilizzo farmacologico dei cannabinoidi. I ricercatori si sono rapidamente resi conto che tale molecola possedeva delle proprietà terapeutiche che permettevano di lottare contro i grandi mali della società contemporanea:

 

  • Ansia e stress;
  • Disturbi del sonno (addormentamento difficile, insonnia, affaticamento cronico);
  • Problemi alla pelle (eczema, acne);
  • Stati depressivi.

 

Certi studi hanno dimostrato inoltre che si tratta di una sostanza dagli effetti promettenti per quanto riguarda la lotta alle infiammazioni ed all'epilessia giovanile.

 

La prova dell'efficacia del cannabidiolo su queste svariate patologie, è data dai numerosi studi scientifici effettuati ovunque nel mondo. Questi stessi studi hanno inoltre dimostrato che questa sostanza è inoffensiva per la salute e non presenta rischio di dipendenza, al contrario del THC.

 

Quando si desidera consumare del CBD in periodi intensi di stress, è sicuramente rassicurante sapere che non solo il CBD è efficace ma che inoltre non comporta alcun rischio. Per beneficiare al massimo delle proprietà di questa molecola, bisogna impegnarsi per avere uno stile di vita sano: il cannabidiolo è una spintarella.

I benefici del CBD ancora sconosciuti

Secondo i ricercatori, gli studi sui cannabinoidi dureranno ancora parecchio. I benefici del CBD sarebbero ancora più numerosi di quelli già dimostrati:

 

  • Tale molecola avrebbe delle virtù terapeutiche molto interessanti nella lotta contro il dolore: emicranie, endometriosi, fibromialgia, disturbo di Crohn, etc. Gli studi sono ancora in corso ma i primi risultati sono promettenti.
  • Il cannabidiolo avrebbe inoltre un effetto positivo contro patologie gravi come il cancro o malattie neurodegenerative (come Alzheimer e Parkinson). I risultati dei primi studi fatti sul finire degli anni ‘90 sono incoraggianti.

 

Col passare degli anni, ne sapremo sempre più sul cannabidiolo ed i suoi benefici per la salute. Nel frattempo, puoi già utilizzare i prodotti Kaya per migliorare la qualità della tua vita:

  • meno stress
  • un sonno di qualità superiore
  • ritrovare l'energia ed il buonumore.

L’efficacia del CBD è provata?

Il cannabidiolo sembrerebbe essere efficace contro il dolore, lo stress, i disturbi del sonno e numerosi altri disturbi che gravano sulla salute degli Italiani. O almeno, questi sono gli argomenti commerciali utilizzati quando ci si informa sui prodotti contenenti del CBD.

 

Ma concretamente? L'efficacia di questa molecola è scientificamente provata? Funziona bene per tutti?

L'efficacia del cannabidiolo è scientificamente provata

Buone notizie, sì! Questa molecola è veramente efficace ed è scientificamente provato.

 

Questi ultimi anni, la ricerca si è impadronita dell'argomento cannabinoidi ed i risultati sono incontestabili:

 

  • È provato che il cannabidiolo è efficace nella lotta contro l'epilessia giovanile (1), lo stress (2), i problemi della pelle, i disturbi del sonno (3) nonché contro le infiammazioni (4);
  • Altri studi provano gli effetti flagranti contro il dolore (5) e degli effetti potenziali contro patologie gravi, come il cancro (6) o le malattie neurodegenerative (7).

 

Nei prossimi anni, gli studi sul CBD continueranno, in particolare per dimostrare la sua azione antidolorifica e la riduzione della degenerazione neuronale.

Gli effetti del CBD variano da persona a persona

Nonostante la sua efficacia su un largo spettro di disturbi sia stata dimostrata, l'azione del cannabidiolo varia tra un individuo e l'altro. La spiegazione è piuttosto semplice, non abbiamo tutti la stessa quantità di recettori CB1 e CB2 nel nostro organismo.

 

Per una stessa dose di cannabidiolo, 2 individui non reagiranno necessariamente nello stesso modo. Prendiamo per esempio due persone che soffrono d'insonnia e che testano i cannabinoidi per la prima volta:

 

  • Per la prima persona, addormentarsi sarà più facile;
  • La seconda, avvertirà una leggera sonnolenza che non è però sufficiente per addormentarsi serenamente.

 

Questo non vuol certo dire che la molecola non è efficace. Piuttosto, dimostra come sia necessario trovare il buon dosaggio che varia quindi da persona a persona. Quando non si sentono gli effetti, si dovrà aumentare gradualmente il dosaggio, tenendo sempre in considerazione il limite giornaliero.

 

Quando si decide di utilizzare un prodotto a base di CBD per la prima volta, per ritrovare un sonno sereno ad esempio, è quindi consigliato iniziare con un piccolo dosaggio e osservare come il nostro corpo reagisce. Se non si dovesse constatare nessuna reazione o una reazione eccessiva, il prodotto non è necessariamente inefficace. Significa che si necessita aumentare o diminuire il dosaggio.  

BIBLIOGRAFIA

1.Long-term safety and efficacy of cannabidiol in children and adults with treatment resistant Lennox-Gastaut syndrome or Dravet syndrome: Expanded access program results
2. Cannabidiol in Anxiety and Sleep: A Large Case Series
3. Cannabidiol in Anxiety and Sleep: A Large Case Series
4. Antioxidative and Anti-Inflammatory Properties of Cannabidiol
5. Cannabidiol (CBD) for Treatment of Neurofibromatosis-related Pain and Concomitant Mood Disorder: A Case Report
6. Cannabidiol (CBD) as a Promising Anti-Cancer Drug
7. From Cannabis sativa to Cannabidiol: Promising Therapeutic Candidate for the Treatment of Neurodegenerative Diseases

Quali sono gli effetti secondari del CBD?

Quando la nostra routine è stressante, siamo più irritabili con il prossimo, dormiamo male e dobbiamo sforzarci per lavorare. Fortunatamente ci sono delle soluzioni per ritrovare la calma: meditazione, sport, un'alimentazione equilibrata, dedicare un lasso di tempo alle cose che più ci fanno stare bene. Oppure per sentirci meglio possiamo anche utilizzare dei prodotti a base di CBD.

 

È scientificamente provato: questa molecola estratta dalla canapa è efficace contro lo stress, ed un valido alleato per ritrovare una vita equilibrata.

 

Prima di provare il cannabidiolo per ritrovare la serenità, siamo perplessi dai possibili effetti indesiderati. Di cosa si tratta?

 

Siamo qui per rassicurarti. Esistono, ma sono molto rari. Questa molecola antistress è inoltre non tossica e sicura per la salute.

Gli eventuali effetti secondari del cannabidiolo

Dopo aver consumato del CBD, possiamo sentire degli effetti indesiderati? Possibile, ma abbastanza raro!

 

Ecco gli effetti secondari che sono stati individuati in seguito al consumo di cannabidiolo:

 

  • Bocca secca: nulla di grave, la sensazione di bocca secca è data dalla presenza importante di recettori CB1 e CB2 situati nelle ghiandole salivari.
  • Sonnolenza e affaticamento: per certi soggetti, gli effetti del CBD persistono nel tempo (per esempio risentire il mattino seguente gli effetti del consumo serale).
  • Insonnia: il cannabidiolo favorisce l'addormentamento ma, occasionalmente puo' causare insonnia in certi soggetti.
  • Emicrania: questo cannabinoide è di norma un aiuto contro l'emicrania, l'effetto inverso è stato tuttavia riscontrato in alcune persone.
  • Variazioni dell'appetito: il CBD può avere tendenza a togliere l'appetito, o al contrario mettere l'acquolina in bocca. - Calo di pressione: nonostante siano molto rari, i cali di tensione sanguigna sono possibili. - Vertigini: certe persone possono percepire una sensazione di vertigine, è tuttavia un fenomeno molto limitato.

 

In verità, gli effetti indesiderati compaiono soprattutto quando il dosaggio non è adatto: può essere troppo alto. Per evitare questo problema, bisogna quindi ridurre il dosaggio. Per questa ragione, consigliamo di cominciare con un dosaggio meno importante, per poi aumentarlo gradualmente.

 

Senza dimenticare che questi effetti secondari sono rari e che la molecola è sicura. Ad esempio, l’OMS considera perfettamente possibile guidare l'auto dopo aver consumato del cannabidiolo.

Chi può consumare del CBD?

Il cannabidiolo è una molecola consigliata al grande pubblico. È infatti un aiuto prezioso per i gran stressati e gli insonni. Bisogna fare attenzione nell'individuare il giusto dosaggio per evitare gli eventuali effetti indesiderati.

 

L'assunzione di questa molecola è tuttavia sconsigliata per i soggetti seguenti:

 

  • Le persone che assumono anticoagulanti o antidepressivi, in quanto si potrebbe andare incontro ad un interazione tra il CBD e queste sostanze;
  • Donne in gravidanza o in allattamento, a forti dosi il cannabidiolo può avere un effetto tossico per il feto o il neonato;
  • I bambini, gli studi legati al CBD non hanno ancora dato riscontri rispetto all'assunzione da parte di bambini (eccetto in caso di epilessia giovanile, tuttavia consultare il proprio medico resta indispensabile).

 

Il team Kaya è trasparente sulla produzione dei suoi prodotti, la loro efficacia e gli eventuali effetti indesiderati. Il nostro team è a tua disposizione per rassicurarti e rispondere a tutti i tuoi dubbi.

Perché prendere del CBD?

Il CBD possiede dei benefici che alla luce dei numerosi studi, sono scientificamente provati. Il suo consumo, sotto qualsiasi forma, può rivelarsi un grande aiuto in numerose situazioni:

 

  • Stress;
  • Disturbi del sonno;
  • Dolori cronici;
  • Perdita d'energia o motivazione.

 

Queste problematiche fanno parte del nostro quotidiano, ma non per questo dovremmo prenderle sottogamba. Naturalmente, prima di assumere questa molecola per la prima volta, in caso di dubbio, la scelta più saggia resta chiedere un parere al proprio medico chiedendo la sua opinione.

Ridurre l'ansia e lo stress

In principio, lo stress è un meccanismo di difesa ingegnoso messo in atto spontaneamente dal nostro corpo. In pochi istanti permette al nostro organismo di mettere insieme tutte le competenze necessarie per rispondere ad una situazione percepita come pericolosa.

 

Il problema è che adesso siamo costantemente sollecitati da situazioni stressanti: al lavoro, a casa, per strada oppure in metropolitana. È impossibile evitare certe situazioni, e a lungo andare può avere un impatto sul nostro morale e sul nostro benessere.

 

Quando il nostro corpo comincia ad inviarci dei messaggi del genere, non bisogna prenderli alla leggera per evitare un burn-out ad esempio.

Ecco una lista dei possibili problemi causati dallo stress:  

  • Crisi di panico in piena notte;
  • Irritabilità lungo tutta la giornata;
  • Disturbi del sonno;
  • Problemi cutanei;
  • Disturbi gastrointestinali.

 

Per ritrovare la calma bisogna dire stop. Facciamo un bel respiro, e cerchiamo di schiarirci le idee. Questa molecola derivata dalla canapa, presente nei prodotti Kaya, è perfetta per ridurre stress e ansia nei casi di grande o piccolo stress! Bisogna solo scegliere il prodotto più adatto al proprio caso, ed individuare il dosaggio adeguato ai propri bisogni e alla risposta del proprio organismo.

 

Ad esempio, l’olio adattogeno 5% di CBD è ideale quando sentiamo salire la tensione in giornata. Permette infatti di riequilibrare le proprie emozioni in soli 15 minuti dall'assunzione.

Ritrovare un sonno migliore

Quando di notte dormiamo male, è spesso dovuto allo stress provato durante la giornata, a lavoro così come a casa. Il problema è che si tratta di un circolo vizioso:

 

  • Siamo stressati durante la giornata;
  • La sera, non riusciamo ad addormentarci prima di diverse ore passate a rimuginare;
  • Ci svegliamo di colpo in piena notte e non riusciamo a riaddormentarci;
  • Siamo nervosi già dal mattino e questo ha delle conseguenze sul resto della giornata;
  • E via dicendo...

 

Prendiamo un problema alla volta: Come trovare un sonno riparatore per affrontare al meglio le nostre giornate carichissime? Il CBD è una buona soluzione.

 

Per esempio, quando attraversiamo un periodo particolarmente stressante e il nostro ritmo del sonno ne paga lo scotto, una soluzione interessante può essere la nostra cura adattogena Sweet Dreams: 2 capsule ogni sera, 1 ora prima di andare a dormire e si parte per il paese dei sogni.

Lenire il dolore

Nonostante non sia ancora dimostrato al 100%, il CBD avrebbe un effetto benefico sui dolori. Sono in corso degli studi per provare l'efficacia del cannabidiolo su dolori muscolari, endometriosi, o ancora l'emicrania.

 

Ma una cosa è certa: questa molecola possiede un'azione antinfiammatoria che può rivelarsi d'aiuto contro questi fastidi. Dopo aver consultato il proprio medico, puo' essere interessante provare il cannabidiolo per lenire i dolori.

Ritrovare l’umore

In periodo di stress, siamo ancora più sensibili a quei piccoli momenti no. Prendere del CBD può aiutarci a ritrovare il buonumore, anche in caso di uno stress permanente. Per evitare di sentirti svuotatə a causa dello stress, e soprattutto per ritrovare la propria motivazione, optare per la cura adattogena fortificante Rise & Shine non può essere che una buona idea. Bastano alcuni giorni per sentirsi più forte e avere uno sprint di energia, così come la motivazione!

 

Il CBD è un aiutino considerabile in caso di momento no, ma non è abbastanza per lottare contro la depressione. Quando ci frullano nella testa dei brutti pensieri e cominciamo a non voler più uscire dal letto, è consigliato rivolgersi al proprio medico per trovare una soluzione. Il cannabidiolo può essere sconsigliato in caso di assunzione di certi antidepressivi.

 

Ritrovare il proprio equilibrio è ad esempio possibile ritrovando una buona igiene di vita, e grazie a questa molecola della canapa ancora sconosciuta in Italia: il cannabidiolo.

Come assumere del CBD?

Che sia per ritrovare la serenità dopo un periodo stressante, o affrontare una grossa perdita di motivazione sul lavoro, il CBD è un alleato su cui contare.

 

Quando si vuole provare per la primissima volta questa molecola estratta dalla canapa , non si sa veramente come fare:

 

  • A che dosaggio?
  • È uguale per tutti?
  • A che momento della giornata sarebbe meglio prendere del cannabidiolo?

Quanto CBD assumere?

Il cannabidiolo è una molecola molto studiata ed è per questo che oggi possiamo affermare che il CBD è sicuro per la salute. Ma attenzione al dosaggio, se questo è troppo alto possono sopraggiungere degli effetti secondari.

 

Secondo uno studio del 2011, Safety and side effects of cannabidiol, a Cannabis sativa constituent, la molecola è ben tollerata dal nostro organismo, anche a forti dosaggi (fino a 1500 mg al giorno). Per ridurre il proprio stress, lenire i dolori e migliorare la qualità del sonno, questo dosaggio è altissimo: non è tossico, ma rischiano di manifestarsi degli effetti indesiderati.

 

Nel Regno Unito, il primo paese europeo ad aver regolamentato l'etichettaggio dei prodotti a base di CBD, la Food Standards Agency (FSA) consiglia di non superare i 70 mg al giorno. Kaya è allineata a questa direttiva: consigliamo, sull’insieme dei nostri prodotti, di consumare un massimo di 70 mg al giorno di CBD.

Come trovare il dosaggio che mi conviene?

Conoscere la dose giornaliera da non superare è indispensabile, ci permette di evitare gli effetti indesiderati. Ma non è sufficiente: qual è la quantità di cannabidiolo da assumere al giorno?

 

In realtà, dipende da diversi fattori:

 

  • Non bisogna prendere la stessa dose in ogni occasione, ad esempio i 10 mg di CBD contenuti negli Happy Gummies saranno perfetti per ritrovare la campa dopo un piccolo colpo di stress, ma per delle situazioni più gravi, un contagocce dell’olio adattogeno 5% di CBD (30mg) risulterà più efficace.
  • Il dosaggio varia da persona a persona, infatti non siamo tutti dotati della stessa quantità di recettori ai cannabinoidi, non reagiamo quindi tutti nello stesso modo allo stesso dosaggio.

 

Consigliamo ai clienti Kaya di cominciare con un dosaggio più basso per qualche giorno, ad esempio 10mg al giorno, ed in seguito adattare il dosaggio (aumentandolo o diminuendolo) in funzione della reazione del nostro organismo.

 

Ad esempio:

 

  • È efficace e dormiamo meglio.
  • Però il mattino seguente ci sentiamo stanchi e assonnati durante tutta la mattinata.
  • In questo caso sarebbe meglio ridurre un po' la dose, ad esempio prendendo una sola capsula invece di due.

Quando assumere del CBD?

È meglio assumere del cannabidiolo in giornata o poco prima di addormentarsi? Dipende per quale motivo decidiamo di usare dei prodotti a base di CBD:

 

  • Per favorire l'addormentamento e approfittare di una buona notte di riposo, è consigliato prendere una o due capsule di CBD 1 ora prima di andare a dormire.
  • Quando ci si sveglia alle 2 del mattino e non riusciamo a riaddormentarci, possiamo assumere del cannabidiolo sotto forma d'olio ad esempio.

 

Quando si decide di prendere del cannabidiolo per dormire meglio, bisogna far attenzione alla reazione del proprio organismo. In caso di sonnolenza durante la giornata, è consigliato abbassare la dose OPPURE assumere il CBD un po' prima durante la serata. Il cannabidiolo assorbito dallo stomaco, è infatti elaborato per qualche ora prima di essere assorbito dal sangue, questo processo può comportare affaticamento in alcuni soggetti.

 

È possibile consumare i prodotti Kaya anche durante la giornata. Se ci si sente stressati subito dopo una riunione con il proprio capo per esempio, possiamo assumere una caramella o un chewing-gum contenenti cannabidiolo: in 15 minuti potremmo già avvertire gli effetti rilassanti di questa molecola.

 

Non esiste il momento ideale durante il quale consumare dei prodotti a base di CBD: la posologia varia in funzione dell'effetto ricercato e delle nostre esigenze quotidiane.

 

Una sola regola d'oro da non dimenticare? Non superare i 70 mg al giorno!

 

È quindi possibile cedere ai chewing-gum rilassanti (5 mg di CBD) 2 volte al giorno, poi prendere 2 capsule della Cura Sweet Dreams (20mg) per addormentarsi più facilmente.

Quale prodotto a base di CBD scegliere?

Il CBD è una molecola di cui si parla parecchio in questo momento. E ci è più chiaro perché quando scopriamo a che punto è efficace per limitare lo stress, lottare contro i disturbi del sonno o lenire il dolore. Sono quindi sempre più diffusi prodotti a base di cannabidiolo.

 

Se la varietà aumenta, la scelta diventa più difficile:

 

  • Quale prodotto contenente cannabidiolo corrisponde meglio ai miei bisogni?
  • Sotto quale forma la molecola è più efficace?
  • E tra i prodotti Kaya, qual è il più adatto al mio caso?

Quali prodotti contengono del CBD?

Quando si comincia ad informarsi sul CBD, ci si rende conto che questa molecola derivata dalla canapa è oggi presente in numerosi prodotti:

 

  • Medicinali per essere umani e animali da compagnia;
  • Cosmetica;
  • Fiori da fumare ( attenzione, questi sono illegali poiché contengono per forza del THC);
  • E-liquid per sigarette elettroniche
  • Etc.

 

Quando si desidera ritrovare la serenità, oltre che un certo equilibrio nella propria vita, ci si orienta spontaneamente verso i prodotti a base di cannabidiolo. La scelta è vasta:

 

  • Compresse, gellule o capsule da ingerire;
  • Olio da applicare sotto la lingua;
  • Caramelle da sgranocchiare;
  • Chewing-gum da masticare;
  • Bevande ( in particolare tisane).

 

È importante capire che: anche se questi prodotti sono tutti formulati con la stessa molecola, non possiedono tutti la stessa efficacia.

Quale somministrazione preferire per assumere del CBD?

La biodisponibilità del CBD, cioè la capacità della molecola di raggiungere la circolazione sanguigna, varia in base al tipo di somministrazione:

 

  • È molto alta negli oli sublinguali. Agisce nei 5 a 20 minuti seguenti l'assunzione e la sua durata si situa tra le 2 e le 3 ore in media.
  • Le capsule, le caramelle ed i chewing-gum da assumere per via orale sono dotati di una buona biodisponibilità. Tuttavia la loro azione è un po' diversa: le caramelle ed i chewing-gum agiscono in meno di 20 minuti per una durata ristretta ( 1 a 2 ore), mentre le capsule impiegano più tempo per agire ( 30 a 60 minuti), ma comportano una durata d'azione più lunga ( 3 a 6 ore).
  • Infine, le tisane e altre bevande contenenti del cannabidiolo hanno una biodisponibilità piuttosto debole. La spiegazione è semplice: il CBD è liposolubile e non idrosolubile.

 

Concretamente, qual è il metodo di somministrazione da preferire?

 

  • Se si ricerca un effetto rapido, ci si orienta verso l'olio, le caramelle od i chewing-gums.
  • Se invece si desidera una durata più lunga, si preferiscono le capsule o altre compresse da ingerire.
  • Le tisane e le altre bevande a base di CBD offrono un effetto più delicato, ideale per conservare la propria serenità in ogni circostanza.

Il cannabidiolo nei prodotti Kaya

Kaya propone degli oli sublinguali, delle capsule da ingerire, delle caramelle, senza dimenticare i chewing-gums. Il dosaggio varia a seconda del formato scelto ed in funzione della propria situazione e dei propri bisogni:

 

  • Quando il più piccolo turbamento ci stressa (l'inciviltà in metropolitana, la telefonata di un cliente scontento, dei commenti negativi da parte del proprio capo...), bisogna individuare una soluzione per ritrovare rapidamente la calma.
  • Bisogna sempre avere a portata di mano una caramella o un chewing-gum a base di cannabidiolo, perfetto per rilassarsi in qualche minuto solamente.
  • Quando lo stress invade un po' troppo la nostra vita e che siamo soggetti a crisi d'angoscia, le caramelle ed i chewing-gums non bastano. In casi come questi, la soluzione migliore è l'olio: qualche goccia sotto la lingua permette di calmare le angosce più grandi, di mattina come di sera.
  • Quando si sa che attraverseremo un periodo stressante (esami, grosso carico di lavoro), può essere giudizioso sottoporsi a una Cura al CBD: 1 o 2 capsule ogni sera durante 1 mese, il cannabidiolo potrà così diffondersi a lungo nel nostro organismo. Questo è l'ideale per dormire meglio e approfittare delle proprie giornate, anche quelle più intense.

 

Certi prodotti Kaya si consumano lunga tutta la giornata (caramelle, chewing-gums, olio CBD 5%), altri sono consigliati per la sera (Cura Sweet Dreams) e la notte (olio adattogeno 10%). Prima di comprare un prodotto contenente CBD, è quindi importante farsi le buone domande:

 

Prima di comprare un prodotto contenente CBD, è quindi importante farsi le buone domande:

 

  • Perchè vogliamo prendere un prodotto a base di CBD?
  • Quali sono gli effetti che ricerchiamo?

 

Rispondere a queste domande è indispensabile, poiché ti aiutano a scegliere il prodotto Kaya che corrisponde al meglio ai tuoi bisogni.

Cosa verificare prima di comprare del CBD in Italia?

Fermarsi un attimo a respirare, piacerebbe a tutti ma non sempre riusciamo. Quando il quotidiano diventa troppo intenso, bisogna trovare una soluzione per evitare di lasciarsi sommergere dallo stress. Nell'attesa di poter mettere in pausa il proprio cervello per qualche giorno, possiamo provare i prodotti a base di CBD. I grandi stressati troveranno in questa molecola estratta dalla canapa, la soluzione per alleggerire una routine bella carica.

 

Quando desideriamo provare un prodotto a base di cannabidiolo per la primissima volta, a cosa dobbiamo fare attenzione? I vari prodotti presenti su Internet non sono tutti uguali, ed è importante non comprare il primo prodotto che ci propongono.

Scegliere un prodotto a base di CBD conforme alla regolamentazione

È perfettamente legale comprare un prodotto contenente CBD in Europa ed in Italia, a condizione che il prodotto in questione rispetti la regolamentazione in vigore. Per esempio, per essere legale, un prodotto composto da cannabidiolo non deve assolutamente contenere THC.

 

I prodotti a marchio Kaya rispettano la legislazione in vigore in Italia ed in Europa: è quindi legale comprare i prodotti in vendita sul nostro sito internet.

Cosa verificare prima di comprare un prodotto al cannabidiolo su internet?

È possibile comprare un gran numero di prodotti al cannabidiolo su Internet. Per evitare di comprare un prodotto al CBD poco efficace, o anche pericoloso, è importante assicurarsi della serietà della marca:

 

  • La composizione esatta del prodotto deve essere visibile;
  • Le recensioni dei consumatori sul sito internet sono numerose e positive.

CBD Italia: focus sui prodotti a marchio Kaya

Quando si vuole provare il cannabidiolo per la prima volta, i prodotti a marchio Kaya sono una scelta eccellente:

 

  • I nostri prodotti rispettano la legislazione in vigore, non contengono THC o altre sostanze illegali;
  • Su ognuna delle nostre schede prodotti la composizione è precisa.
  • Condividiamo ogni recensione dei nostri clienti, in tutta trasparenza. Riteniamo che l'esperienza cliente sia primordiale per permettere ad altri di fare la scelta giusta.

La nostra forza? Proporre dei prodotti variegati, per adattarsi al meglio alle problematiche d'ognuno: efficaci contro lo stress passeggero, disturbi del sonno, o la scarsa motivazione.

 

Il team Kaya è sempre disponibile per i suoi clienti, qualunque siano i tuoi dubbi sui nostri prodotti (composizione, dosaggio, benefici, effetti secondari, etc.): scrivici per saperne di più sul CBD contenuto nei nostri trattamenti!

Lessico del CBD

Grazie alla nostra guida sul CBD, capiamo meglio perché questa molecola derivata dalla canapa è così popolare in questo momento. Efficace contro lo stress, i problemi del sonno, le infiammazioni o anche contro il dolore. Il cannabidiolo permette semplicemente di prendersi cura di se.

 

Bisogna ammettere che è un argomento complesso e che può rivelarsi difficile orientarsi tra i diversi vocaboli relativi al CBD. Ecco perché oggi Kaya ti propone un lessico chiaro e comprensibile per tutti.

Ampio spettro

Il CBD ad ampio spettro non contiene nemmeno una traccia di THC. è ottenuto grazie a dei processi di estrazione uguali a quelli per il CBD a spettro completo. La differenza sta nella fase in più che si aggiunge per ritirare il THC.

Cannabidiolo

Il cannabidiolo, la cui abbreviazione è CBD, è una molecola estratta dalla canapa. è un cannabinoide, più precisamente un fitocannabinoide, così come il TetraHydroCannabinol (THC). Si tratta di una molecola rilassante, che contrariamente al THC, non è psicoattiva e non provoca dipendenza o assuefazione. Il cannabidiolo è legale in Italia ed in Europa. Una sola condizione si applica sui prodotti finiti a base di CBD: non contenere THC, che resta una sostanza illegale.

Cannabinoide

I cannabinoidi sono delle molecole che agiscono sul nostro sistema endocannabinoide. Si distinguono 3 tipi:

 

  • Gli endocannabinoidi, prodotti spontaneamente dall'organismo (esempio: l'anandamide, la molecola del piacere);
  • I fitocannabinoidi, estratti a partire dalla pianta di Canapa ( CBD, THC, CBN, CBG, etc.);
  • I cannabinoidi sintetici, fabbricati in laboratorio per produrre farmaci a base di "finto-THC" (Dronabinol, Nabilone).

Cannabis

La Cannabis, o Canapa, è un genere botanico che racchiude tutte le piante della famiglia delle Cannabaceae. Nel linguaggio corrente, quando si parla di cannabis, ci si riferisce alla canapa indiana che possiede delle proprietà psicotrope, dovuto alla presenza di THC la cui concentrazione è più o meno forte. Ciononostante, il genere botanico della cannabis, include anche la canapa industriale che è totalmente legale.

Canapa

La canapa è una delle piante coltivate dall'uomo fin dall'antichità: possiede un rendimento eccellente, non necessita molta acqua ed è quindi molto ecologica e facile da coltivare. Quando la concentrazione di THC è inferiore allo 0,2% si tratta di canapa industriale. è utilizzata per numerosi scopi: fibre tessili, materiale da costruzione, olio, farina, etc.

Effetto entourage

Descritto per la prima volta nel 1998 dal ricercatore e specialista della cannabis Raphaël Mechoulam, l'effetto entourage indica il modo in cui le diverse componenti della canapa interagiscono le une con le altre. Tali molecole agiscono in sinergia e esercitano degli effetti più potenti rispetto ad un utilizzo scomposto.

Spettro completo

Il CBD a spettro completo è ottenuto dall'estrazione di tutte le molecole che si possono trovare nella canapa. Può quindi contenere tracce di THC, al contrario del CBD ad ampio spettro.

Isolato

L'isolato corrisponde ad un estratto di CBD puro a più del 99%. Contrariamente al cannabidiolo a largo spettro o spettro completo, non permette di beneficiare dell'effetto entourage.

Fitocannabinoide

I fitocannabinoidi sono dei cannabinoidi prodotti dalla canapa. Il CBD, così come il THC, è un fitocannabinoide.

Sistema endocannabinoide

Il sistema endocannabinoide si trova nel nostro organismo. Racchiude i recettori dei cannabinoidi, che sono più o meno numerosi da individuo a individuo. Il sistema endocannabinoide è composto da 2 tipi di recettori: CB1 e CB2. Questi ultimi sono sensibili al THC, oltre che al CBD.

Terpeni

I terpeni sono dei composti organici situati in un gran numero di piante, specialmente nelle conifere, ma anche nella canapa.

 

I terpeni hanno 2 funzioni:

 

  • Hanno delle proprietà profumanti;
  • Interagiscono con i cannabinoidi. Ad esempio, giocano un ruolo negli effetti del cannabidiolo sull'organismo.

THC

Si tratta dell'abbreviazione di TetraHydroCannabinol. Questo fitocannabinoide possiede un effetto sballante, cambia le nostre percezioni e può in certi casi causare delle crisi d'angoscia (Bad Trip). In Italia, il consumo di THC è illegale, al contrario del CBD. Spesso si considera che il THC ed il CBD siano due molecole agli antipodi nonostante provengano entrambe dalla canapa: il CBD possiede delle proprietà calmanti, ma non psicoattive, contrariamente al THC.