Come gestire lo stress?

Come gestire lo stress di tutti giorni?

Image d'une femme en meditation

Tra il lavoro e la vita familiare le nostre giornate possono essere molto intense. Le ore volano e a fine giornata ci rendiamo conto che non abbiamo neanche avuto il tempo di riposarci. I ritmi frenetici non ci disturbano affatto, l’inattività non fa per noi.

 

Bisogna però ammettere che a volte i nostri nervi sono messi a dura prova. Prendere la metro affollata mattina e sera, subire gli sbalzi d'umore del proprio manager, andare a prendere i bambini da scuola... E se riuscissimo a fermarci e a riprendere fiato? Ecco i nostri migliori consigli per gestire meglio lo stress quotidiano e godersi la vita al massimo!

Quali sono i meccanismi dello stress e dell'ansia?

Image d'un tigre

Ogni giorno affrontiamo situazioni stressanti a lavoro, nei mezzi pubblici e a casa. Qualunque cosa facciamo, sembra che lo stress ci perseguiti! È come un nemico di cui non riusciamo mai a liberarci...

 

Ma è davvero un nemico? Potrebbe sorprenderci, ma di base lo stress è un meccanismo di difesa molto utile. Incontrando una tigre nella giungla, il nostro corpo percepirebbe la presenza di un pericolo e rilascerebbe un ormone, il cortisolo. La frequenza cardiaca aumenterebbe, la pressione sanguigna si alzerebbe e i sensi si acuirebbero. Così, invece di restare davanti al leone e aspettare che ci mangi, scapperemmo dal pericolo.

Quindi lo stress ci fa bene? Diciamo che può essere un alleato in diversi casi:

 

In situazioni di vita o di morte (come quando ci troviamo faccia a faccia con un leone, anche se per fortuna è raro che accada!) lo stress affina il nostro istinto di sopravvivenza. A piccole dosi ci può stimolare. Un po' di pressione prima di un colloquio di lavoro? Niente di meglio per aumentare la concentrazione, la motivazione e la reattività.

 

Il problema è che oggi dobbiamo affrontare una moltitudine di situazioni stressanti che finiscono per sfinire il nostro organismo: il flusso costante di cattive notizie nei media, la paura di perdere il lavoro, il traffico...

 

Quando il corpo non ce la fa più, l'eccesso di cortisolo può avere conseguenze anche gravi:

 

  • Disturbi del sonno e stanchezza;
  • Sbalzi d'umore (rabbia, paura, irritabilità...);
  • Indebolimento del sistema immunitario;
  • Attacchi d'ansia;
  • Burn-out;
  • Depressione;
  • ecc.

 

Quali sono i diversi tipi di stress?

 

Stress: quando subiamo un'aggressione, l'ipotalamo rilascia adrenalina e cortisolo per permetterci di mobilitare tutte le risorse necessarie per reagire il più rapidamente possibile. Prima di cercare una soluzione per rilassarci e ritrovare il nostro equilibrio, è importante fare una distinzione tra:

Image d'une jauge de stress
  • Ansia da palcoscenico: ben nota agli artisti prima di andare in scena, l’ansia da palcoscenico è un'ansia anticipatoria difficile da controllare.

 

  • Ansia: parliamo di ansia quando ci sentiamo permanentemente stressati. Alcune persone soffrono del cosiddetto “disturbo d'ansia generalizzata”, ossia una paura costante del futuro e dell'imprevisto. Il DAG colpisce quasi il 5% della popolazione e può portare alla depressione se non viene trattato adeguatamente.

 

  • Attacco d'ansia: conosciuto anche come attacco di panico, comporta sudorazione, tremori e talvolta difficoltà respiratorie.

 

  • Stress post-traumatico: si tratta di una forma di ansia generalizzata che si verifica dopo un evento traumatico.

 

Provare paura o ansia di tanto in tanto è perfettamente normale: sono emozioni che tutti conosciamo. Il problema è che queste emozioni possono trasformarsi in vere e proprie patologie che poi richiedono cure mediche adeguate, come nel caso del disturbo d'ansia generalizzata (DAG) o del disturbo d'ansia sociale (DAS).

Cosa fare in caso di stress intenso?

 

Con le nostre vite iperattive, sentire della pressione è spesso inevitabile. Quando le situazioni stressanti diventano difficili da sopportare non bisogna però aspettare che passino da sole. Ecco alcuni consigli su come ritrovare la calma.

 

Come migliorare il sonno?

Image d'un chien fatigué dans une serviette

Non è raro soffrire di disturbi del sonno quando siamo nervosi durante la giornata. Quando passiamo una notte insonne, diventiamo irritabili per tutto il giorno e riversiamo il nervosismo sul nostro coniuge, sui figli, sui colleghi e gli amici. È un vero circolo vizioso.

 

Quindi è essenziale migliorare la qualità delle nostre notti:

 

  • Ogni giorno dobbiamo prenderci cura di noi stessi: una dieta equilibrata per limitare i problemi di digestione, fare sport regolarmente per rilassarsi dopo una lunga giornata di lavoro, ecc.
  • Anche un letto comodo e di buona qualità è essenziale per riposare bene e ridurre la tensione.
  • Prima di andare a letto, è importante schiarirsi le idee, spegnere il telefono, fare una meditazione di 10 minuti o un bagno rilassante.
Cure adaptogène Sweet Dreams au CBD Kaya
La nostra cura adattogena Sweet Dreams (Sogni d’oro) contribuisce a indurre il sonno. Questo antistress naturale è composto da CBD proveniente dalla canapa e da 5 piante adattogene note per i loro benefici sul sonno: melissa, escholzia, biancospino, rhodiola e zafferano.
Huile Sweet Dreams adaptogène au CBD 10% Kaya
In caso di ansia notturna, l'olio di CBD Sweet Dreams aiuta a ritrovare il sonno più velocemente. Un mix di CBD, melissa e verbena ideale per calmare l'ansia nel cuore della notte.

E durante il giorno?

 

Anche con uno stile di vita sano e una notte riposante, a tutti può capitare di perdere il controllo durante il giorno. Isolarsi per qualche minuto e fare esercizi di respirazione può aiutare, ma non sempre è sufficiente. E anche in questo caso le piante adattogene possono venire in nostro soccorso!

Coffret No Stress avec des produits au CBD Kaya

Il cofanetto "No stress" combina 3 prodotti a base di CBD, un antistress naturale ottenuto dalla canapa. Dei prodotti essenziali, da tenere sempre a portata di mano:

 

  • I chewing-gum al CBD permettono di ritrovare la calma in pochi minuti: ideale per trattare i piccoli momenti di stress!
  • L'olio adattogeno al CBD è perfetto per i momenti di forte agitazione e rabbia: il rilassamento è garantito
  • Le nostre Happy Gummies aiutano a ritrovare l'energia e il buon umore una volta che il peggio è passato.

Quali sono i sintomi dello stress?

Image d'un jeune stréssé

Difficoltà ad addormentarsi, nervosismo costante al lavoro e a casa, nodi allo stomaco leggendo i giornali... Al momento non possiamo certo dire di essere in gran forma!

 

Il nostro primo istinto quando sentiamo queste piccole ansie nel corso della giornata è quello di non farci caso. Dopotutto, prima o poi passerà, giusto?

 

Tuttavia, per ritrovare un vero equilibrio nella vita è importante non ignorare questi segnali di avvertimento. Agire sui primi sintomi di stress resta sempre il modo più efficace per ritrovare rapidamente la calma.

Quali sono le cause dello stress?

 

Viviamo in un mondo in cui le situazioni di stress non risparmiano nessuno, nemmeno i bambini e gli adolescenti. È un vero e proprio circolo vizioso: gli adulti passano una brutta giornata a lavoro e sono sotto pressione.  

  • Quando tornano a casa alla minima critica del loro partner si innervosiscono. La situazione non è molto diversa quando si trovano di fronte ai figli, anche loro stanchi e nervosi dopo una lunga giornata di scuola.
  • Alla fine, genitori e figli si trasmettono il loro malessere.
  • Ma cos’è che scatena lo stress? I fattori che lo provocano possono variare in funzione dell’età.

 

Lo stress nei bambini e negli adolescenti

Image d'un enfant stréssé
  • Le pressioni della vita quotidiana influenzano molto i bambini e gli adolescenti. Quale genitore non ha mai esortato suo figlio a finire il suo piatto o a sbrigarsi per andare a scuola, perché "siamo in ritardo, veloce, veloce, veloce!"? Il ritmo delle nostre vite è intenso e questo ha inevitabilmente un impatto sui più giovani.
    • Anche i problemi familiari (separazione o disoccupazione dei genitori) colpiscono i bambini e gli adolescenti.
  • Anche loro possono stancarsi, i genitori sono sempre più esigenti, soprattutto per quanto riguarda i risultati scolastici. Nella società odierna la riuscita è fondamentale: “se non ho successo, sono destinato a fallire”

Lo stress negli adulti

 

  • Per gli adulti, il lavoro è una delle principali fonti di ansia: la paura di non trovarlo quando si è disoccupati, l'ansia di perderlo se non si è abbastanza bravi, ma anche la difficoltà di affrontare la pressione della propria posizione in azienda, il sovraccarico di lavoro, sono tutti fattori stressanti tra i quali ci si deve destreggiare ogni giorno.
  • Anche a casa possono esserci molte situazioni stressanti: litigi continui con il proprio coniuge, una separazione o un divorzio, problemi di comportamento o di salute dei figli, ecc.

 

Alcuni fattori aggravanti

 

Alcuni fattori possono esacerbare il nervosismo che tutti provano al quotidiano:

 

  • Un cattivo stile di vita: mangiare in modo poco equilibrato e di corsa, non dormire abbastanza, essere troppo sedentari, passare il tempo davanti a uno schermo. È difficile vedere il lato positivo della vita quando non ci si prende cura di se stessi.
  • Alcune persone sono particolarmente sensibili e sviluppano subito i sintomi dello stress. A volte basta uno shock emotivo perché il nervosismo si trasformi in vera e propria ansia (un incidente o la morte di una persona cara).

 

Qual è l'impatto dello stress cronico sulla salute?

 

Quali sono le ripercussioni dello stress sul corpo e sulla mente? Uno stato prolungato di pressione sfianca il corpo. La causa? L’eccesso di cortisolo che ci rende ogni giorno un po' più vulnerabili.

Una cosa è certa, non tutti reagiamo nello stesso modo di fronte alle situazioni stressanti. I sintomi dello stress possono variare notevolmente da una persona all'altra:

 

  • Alcuni soffrono semplicemente di emicrania o di disturbi del sonno.
  • Altri possono soffrire di depressione, avere un esaurimento dovuto al lavoro (burn-out) o attacchi di panico.

 

Inoltre, è importante sapere che l'eccesso di cortisolo indebolisce il sistema immunitario: può aggravare alcune patologie, come le malattie cardiovascolari, le crisi epilettiche o la sclerosi multipla.

 

Come capire se si è stressati?

 

La buona notizia è che non si passa da un semplice stato di stanchezza al burn-out da un giorno all'altro. Il segreto per non esplodere è semplicemente prestare attenzione ai segnali di avvertimento inviati dal nostro corpo e sapere come reagire di conseguenza.

 

Ecco alcuni sintomi di stress che ci suggeriscono di fare una pausa e fermarsi un attimo.

 

I sintomi dello stress fisico:

  • Disturbi del sonno (difficoltà ad addormentarsi, insonnia)
  • Stanchezza cronica
  • Problemi alla pelle (eczema, acne)
  • Problemi gastrointestinali
  • Perdita di capelli
  • Problemi di appetito
  • Tensione muscolare
  • Mal di testa
  • Vertigini

I sintomi dello stress psicologico e comportamentale:

 

  • Irritabilità;
  • Cattivo umore;
  • Ansia;
  • Diminuzione della libido;
  • Difficoltà di concentrazione;
  • Perdita di motivazione;
  • Isolamento sociale;
  • Aumento del consumo di tabacco, alcol o droghe;
  • ecc.

 

Le soluzioni per gestire lo stress

 

Più il nervosismo si insinua in noi, più diventa difficile liberarsene. Da qui l'importanza di agire ai primi segnali per ritrovare la calma e la serenità il più rapidamente possibile. Fortunatamente le soluzioni per vivere una vita più equilibrata non mancano. Ecco alcuni consigli su come gestire meglio la propria ansia:

 

  • Pressione a lavoro? Invece di lasciarsi travolgere è meglio fare una pausa e rimettere le cose nella giusta prospettiva. Vai a prendere un po' d'aria fresca, fai qualche esercizio di respirazione, mastica un chewing-gum rilassante al CBD con estratti naturali di canapa (5 mg)... Tutto ciò non richiede molto tempo, ma ti permette di distaccarti dalla situazione. In caso di forte ansia, metti qualche goccia di olio adattogeno con 5% di CBD sotto la lingua, giusto il tempo di far scendere la pressione.

 

  • Quando siamo costantemente sotto stress, ci ritroviamo stanchi e a volte abbiamo difficoltà a dormire bene: non c'è da stupirsi, è difficile smettere di pensare a ciò che non va. Tuttavia, una bella notte di sonno è essenziale per gestire meglio la pressione quotidiana. Il CBD e le piante adattogene sono un grande aiuto per le persone stressate che di notte non riescono proprio a rilassarsi. La cura adattogena "Sweet Dreams" aiuta a riequilibrare i cicli del sonno e a farsi una bella dormita riposante. L'olio CBD 10% aiuta ad addormentarsi rapidamente e a liberarsi degli attacchi d'ansia notturni.

 

  • E se fosse sufficiente prendersi cura di sé per rilassarsi e tenere alto il morale? Anche se ci impegniamo a mangiare in modo equilibrato, a fare un po' di sport e a rilassarci di tanto in tanto, la vita può comunque rivelarsi molto intensa, anche se più piacevole.

 

È possibile ritrovare il proprio benessere servendosi di prodotti anti-stress naturali. Il CBD e le piante adattogene sono dei veri alleati quando le tensioni della vita quotidiana diventano difficili da gestire: e se ti lasciassi tentare?

Come liberarsi dallo stress cronico?

Homme stréssé au travail

A tutti capita di avere momenti di stress durante la giornata.

 

Per esempio, possiamo sentire un po' di ansia prima di una riunione importante a lavoro. Lungi dall'essere negativo, questo piccolo momento di stress è molto utile in quanto favorisce la concentrazione e la motivazione. In altre parole, migliora le nostre capacità fisiche e mentali.

 

Il problema è che a volte non riusciamo a far fronte alle tensioni a cui siamo sottoposti continuamente. Nel momento in cui diventa difficile restare a galla si parla di stress cronico.

Definizione di stress cronico

 

Nella nostra società, lo stress è ovunque, a lavoro, a casa, nei mezzi pubblici e anche per strada, e ha una pessima reputazione in quanto responsabile di numerosi malesseri. Ma qual è la realtà dei fatti? Potrebbe sembrare strano, ma sentirsi sotto pressione di tanto in tanto non fa così male.

 

Quello che dobbiamo capire è che si tratta di una reazione fisiologica ad un evento perturbatore. Una reazione che ti permette di raccogliere in poco tempo tutte le abilità necessarie alla sopravvivenza.

 

Se un giorno dovessimo ritrovarci nella savana faccia a faccia con un leone, lo stress sarebbe un alleato indispensabile: i livelli di cortisolo salgono, l'adrenalina accelera la frequenza cardiaca e aumenta la pressione sanguigna. Bastano pochi secondi per adottare il giusto comportamento e scappare il più velocemente possibile. Senza l'ansia non percepiremmo il pericolo, resteremmo tranquillamente davanti al leone... e finiremmo per essere mangiati!

 

Qual è il nostro vero nemico? Lo stress cronico! Se ci sentiamo costantemente sotto pressione, il nostro organismo è sempre sotto attacco e non ha il tempo per recuperare.

 

Quali sono gli effetti dello stress sul corpo e sulla mente?

 

Se un po' di pressione occasionale migliora la nostra concentrazione e acuisce i nostri sensi, lo stress cronico ha solo effetti negativi sul corpo e sulla mente.

Quando le situazioni di stress si accumulano iniziamo ad avvertire stanchezza, irritabilità, problemi gastrointestinali e mal di testa. Alcune persone possono perdere più capelli del solito, altre possono avere una pelle molto reattiva: arrossamenti, prurito, brufoli.

 

Al risveglio si avverte un nodo allo stomaco e non ci si vuole alzare dal letto. La sera, all'idea di coricarsi, si ha paura di non riuscire ad addormentarsi o di passare un’altra notte insonne.

Al lavoro, non si è più motivati, ogni nuovo compito sembra un ulteriore peso sulle spalle. Si rischia di fare errori per mancanza di concentrazione.  

Questi segnali non dovrebbero essere presi alla leggera, perché se non stiamo attenti rischiamo di lasciarsi sopraffare dallo stress cronico. In questo caso gli effetti dello stress sul corpo e sulla mente sono veramente disastrosi:

 

  • attacchi d'ansia ricorrenti ;
  • depressione ;
  • burn-out ;
  • ecc.

 

Ritrovare l'equilibrio con le piante adattogene

 

Quando si soffre di stress cronico e non si riesce a gestirlo da soli, è importante consultare un medico. Ma per fortuna è possibile evitare di arrivare a tanto stando attenti ai segnali che il nostro corpo ci invia: dobbiamo reagire non appena cominciamo a sentire che le pressioni quotidiane diventano difficili da gestire.

 

Alcuni periodi sono particolarmente intensi a livello lavorativo. All'inizio, questa agitazione è motivante, ma se la mole di lavoro si accumula e la minima e-mail ricevuta fa salire alle stelle i nostri livelli di cortisolo, è arrivato il momento di agire.

 

Parlare con il proprio manager per equilibrare il carico di lavoro è una soluzione, ma non sempre è sufficiente per togliere la pressione. Prendere un po' d'aria fresca o fare qualche esercizio di meditazione quando il battito cardiaco comincia ad accelerare è un buon inizio.

 

Ma anche il CBD e le piante adattogene possono aiutare a ritrovare la calma. Portare sempre con te i nostri prodotti al CBD, un anti-stress naturale estratto dalla canapa, ti dà la sicurezza di poter reagire rapidamente al minimo segno di nervosismo:

Happy Gummies Kaya
Happy Gummies: ogni caramella antistress contiene 10 mg di CBD per rilassarsi, 5HTP estratto dalla griffonia per il buon umore, ma anche vitamine e minerali per riprendere energia. In soli 15 minuti, ritroverai la calma e il buon umore.
Image produit Huile adaptogène CBD 5% Kaya
Olio adattogeno 5% CBD: ideale per affrontare forti momenti di pressione e ristabilire l'equilibrio emotivo. Questo olio trae la sua forza dal CBD e da diverse piante adattogene altamente efficaci, come l'Ashwagandha e la radice di Maca. Poche gocce sotto la lingua sono sufficienti per ritrovare la serenità: l'azione è ultra rapida, bastano soli 10 minuti per sentire i primi effetti.
Cure anti-stress fortifiante au CBD Kaya
Cura adattogena Rise & Shine: a volte, per evitare di affaticare il corpo durante i periodi più intensi, c'è bisogno di un piccolo aiuto. Questa cura di 30 giorni è composta da CBD, piante adattogene (Ashwagandha, Rhodiola, Eleuterococco, Amla, Guaranà e Zafferano), magnesio, vitamine B5 e B6 e tirosina.

Liberarsi dallo stress cronico con l'aiuto di prodotti naturali è possibile grazie al CBD e alle piante adattogene. Quando si è rilassati ed energici è più facile vedere il lato positivo della vita e si è pronti ad affrontare le sfide quotidiane con coraggio.

Lo stress e il sonno: consigli per passare notti serene

Non lo ripeteremo mai abbastanza: per essere in forma è essenziale dormire bene!  

È difficile affrontare le piccole e le grandi sfide della vita quotidiana se abbiamo solo qualche ora di sonno... In generale, quando passiamo una nottataccia ne risentiamo per tutto il giorno: siamo più irritabili e lo stress ci travolge più facilmente. Anche se tutti sogniamo di dormire bene notte dopo notte, capita spesso di attraversare periodi difficili:  

  • Che fare quando non riusciamo più ad addormentarci?
  • E quando passiamo sempre la notte insonne?

 

Lo stress e il sonno sono fortemente legati: è un circolo vizioso. Non dormiamo bene, quindi siamo meno resistenti alle pressioni della vita quotidiana. Vivere permanentemente sotto stress altera la qualità delle nostre notti. Fortunatamente, ci sono prodotti naturali che possono aiutare a dormire bene.

 

Perché gli italiani dormono così male?

 

Secondo un'analisi del 2020 dell'Istituto Superiore di Sanità:

  • 3 italiani su 10 dormono troppo poco;
  • 1 italiano su 7 dichiara che la qualità del suo sonno è insoddisfacente.

 

Le cause di queste difficoltà sono molteplici:

 

  • L'insonnia, che sia transitoria (meno di 3 settimane) o cronica, può essere legata allo stress, allo stato di salute o alle cattive abitudini (dieta squilibrata, vita sedentaria, consumo di alcol o droghe).
  • I disturbi del ritmo circadiano, che sono spesso la causa dei disturbi del sonno, colpiscono le persone che lavorano di notte, viaggiano regolarmente da una parte all'altra del mondo o passano molte notti in bianco. La causa? Lo squilibrio dei livelli di serotonina e melatonina. Anche se questi due ormoni hanno funzioni molto diverse, giocano un ruolo fondamentale nel mantenimento dell'equilibrio fisiologico.
  • L'apnea notturna (arresto involontario della respirazione durante la notte) colpisce soprattutto le persone anziane, in sovrappeso o che russano molto.
  • Dopo i 50 anni, il modo di dormire cambia, è fisiologico. A partire da questa età, alcune persone che non hanno mai avuto problemi di sonno, iniziano a soffrire di difficoltà di addormentamento, trascorrono notti più brevi e periodi più lunghi di veglia notturna.

 

Disturbi del sonno: e se la causa fosse lo stress?

 

Quando i disturbi del sonno si verificano da un momento all’altro, è necessario identificarne la causa in modo da ritrovare nuovamente notti tranquille.

 

Questo disturbo può essere dovuto a un materasso scomodo e in tal caso bisognerebbe sostituirlo, o ad un cattivo stile di vita. Ci sono attività più rilassanti per il cervello che passare la serata davanti a uno schermo, no? Eppure, molti di noi cadono in questa trappola la sera... Con il rischio di pentirsene quando si va a letto.  

Ma a volte il problema risiede altrove: e se fosse lo stress?

 

Come abbiamo già visto, lo stress e il sonno sono collegati! Quando siamo stressati, dormiamo male. E quando non dormiamo bene, è più facile che la pressione ci sommerga.  

Se all'origine delle nostre nottatacce c'è lo stress, i segni sono piuttosto evidenti:

 

  • Quando è ora di andare a letto, riviviamo tutto ciò è andato storto durante la giornata: l'aggressività della gente nella metro affollata, la riunione di lavoro in cui il nostro manager ha lasciato intendere che avremmo dovuto far meglio, le critiche sgradevoli del nostro partner durante la cena... Invece di addormentarci serenamente, cerchiamo il sonno... e non lo troviamo. Non c'è da meravigliarsi, è normale che accada quando la mente è occupata e il cervello è in fermento!

 

  • In piena notte apri gli occhi, guardi la sveglia e ti dici : “Ah, la sveglia suona tra 3 ore, non c'è molto tempo per riposare, in più la giornata sarà molto impegnativa, ho un appuntamento molto importante, devo dormire. Dovrò ricordarmi di fare la spesa prima di andare a prendere i bambini a scuola. Ma come farò? Non avrò un solo minuto per me...” Invece di tornare a dormire, la nostra mente si sveglia, cominciamo già a sentire la pressione, i minuti passano e riaddormentarsi diventa un sogno.

 

Cosa fare in caso di ansia notturna?

 

Ansia notturna? Con lei di sicuro non potrai tornare a dormire e ti trascinerai stanchezza e irritabilità per tutto il giorno!  

Che fare quando ci si sveglia di notte nel bel mezzo di un attacco d'ansia? Ecco i nostri consigli:

 

  • Prendi l'olio adattogeno Sweet Dreams dal comodino, tienilo a portata di mano. Questo prodotto naturale per il sonno con un'alta concentrazione di CBD contiene anche melissa e verbena: il cocktail perfetto per rilassarsi e ritrovare la calma in pochi minuti!
  • Fai alcuni esercizi di respirazione per liberare la mente.
  • Se vuoi alzarti per prendere un bicchiere d'acqua, non accendere la luce. Meglio rimanere al buio per non inviare segnali contrastanti al tuo corpo.

 

Quali sono le piante adattogene che favoriscono il sonno?

 

Dopo aver accumulato la fatica per tutto il giorno spesso abbiamo un unico desiderio: andare a letto e goderci una buona notte di riposo. Ma allo stesso tempo non ne abbiamo voglia perché sappiamo che ogni sera è sempre la stessa storia. Impieghiamo un'eternità per addormentarci, siamo così stressati dalla giornata che non riusciamo a rilassarci.

 

Ci sono molti integratori alimentari per favorire il sonno, ma spesso la loro composizione non è molto invitante, soprattutto quando si preferisce usare prodotti naturali.

 

La cura Sweet Dreams ideata da Kaya è efficace e naturale:

 

  • Combina il CBD estratto dalla canapa, noto per le sue proprietà rilassanti, con piante adattogene che aiutano ad addormentarsi: melissa, escolzia, biancospino, rhodiola e zafferano.
  • Contiene inoltre il magnesio, un alleato anti-fatica, e anche triptofano e zinco. Queste due ultime componenti sono complementari. Il triptofano è un aminoacido essenziale precursore della serotonina, mentre lo zinco facilita la trasformazione del triptofano in serotonina.

 

L'assunzione di questa cura a base di CBD e piante adattogene è molto semplice: si prendono 2 capsule ogni sera 1 ora prima di andare a letto.

 

Per aumentare l'efficacia di questa cura, cerca di rilassarti il più possibile prima di andare a dormire: spegni il telefono e la tv, fai una doccia calda e un massaggio, ascolta musica soft. E soprattutto, vai a letto appena cominci a sentire le palpebre pesanti: non opporre resistenza, chiudi gli occhi e lasciati andare dolcemente tra le braccia di Morfeo.

 

Lo stress e il sonno non vanno molto d'accordo. Oggi per dormire serenamente e ritrovare l'energia durante il giorno, è possibile affidarsi al CBD e alle piante adattogene.

La gestione dello stress sul lavoro: ritrovare la propria serenità

Se c'è un posto dove è difficile sfuggire allo stress, è a lavoro. Gli obiettivi difficili da raggiungere, il sovraccarico di lavoro, la pressione incessante del proprio manager e le piccole critiche quotidiane dei colleghi sono tutte cose che ti fanno desiderare di scappare via. Ma dato che non è possibile, spesso ci si trova sul punto di scoppiare.

 

Lo stress professionale ha ovviamente delle conseguenze sul nostro lavoro e se non stiamo attenti, quest'ultimo può trasformarsi in un vero e proprio burn-out. Inoltre, lo stress sul lavoro è insidioso in quanto si ripercuote anche su chi ci sta vicino.

 

Fortunatamente, esistono soluzioni naturali per imparare a gestire meglio la pressione sul lavoro.

 

Perdita di motivazione sul lavoro: e se fosse colpa dello stress?

 

A volte, quando la sveglia suona annunciando un nuovo giorno di lavoro, tutto quello che vorremmo fare è rimanere sotto il piumone! Non abbiamo voglia di prepararci e di andare a lavoro. E una volta seduti alla scrivania il minimo fastidio ci opprime:

 

  • il nostro manager ci affida un nuovo progetto mentre fatichiamo ancora a terminare gli altri
  • riceviamo un'email aggressiva da parte di un cliente scontento;
  • un collega fa rumore impedendoci di concentrarci;
  • ecc.

 

Giorno dopo giorno, sentiamo che la pressione ci butta giù di morale. Abbiamo sempre meno voglia di andare in ufficio, ci sentiamo affaticati di fronte alla montagna di compiti da svolgere, ci rendiamo conto che ogni volta che pensiamo al lavoro il battito accelera e le mani sudano.

 

Piuttosto che lasciare che la situazione peggiori, è il momento di porsi le domande giuste. Dopo tutto, lo stress sul lavoro può essere evitato. Ma allora, perché abbiamo perso la motivazione e l'entusiasmo? Perché ci stressiamo così tanto al solo pensiero di andare in ufficio? Le cause possono essere diverse:

 

  • incarichi inadeguati: troppo semplici o, al contrario, troppo complessi, o talvolta troppo ripetitivi;
  • l'impressione di non essere più in linea con i valori dell'azienda;
  • e infine, la pressione che sentiamo continuamente a causa dell’eccesso di lavoro, le tecniche manageriali dei nostri superiori, o l'atmosfera gelida dell'ufficio.

 

Quando ci si sente sotto pressione e non si riesce più ad andare avanti, non bisogna arrivare al limite, ma piuttosto trovare subito delle soluzioni per ritornare a galla.

 

Come gestire lo stress e la pressione sul lavoro

 

Sentire un po' di pressione a lavoro di tanto in tanto, non è grave. È dimostrato che lo stress, a piccole dosi, può migliorare la concentrazione e aumentare la motivazione.  

Ma quando i momenti di stress iniziano ad accumularsi bisogna fare attenzione, perché questo può portare a un vero e proprio burn-out. Prima che ciò accada, è possibile ritrovare l'equilibrio ricorrendo a Kaya!

 

Un'email un po' troppo insistente da parte del tuo capo? Fai un respiro profondo e prendi un chewing-gum rilassante della nostra linea "No Stress". Grazie al CBD estratto dalla canapa e presente in ogni chewing-gum ritroverai la calma in pochi minuti.

 

Non riesci a completare la tua lista di cose da fare? Invece di mollare tutto, fai una piccola pausa e tira fuori le Happy Gummies: a volte basta una gustosa caramellina con CBD e piante adattogene per rilassarsi e ritrovare il buon umore.

 

Quando lo stress sul lavoro si trasforma in burn-out

 

Sentire un po' di stress a lavoro è normale, ma a volte può trasformarsi in un vero e proprio esaurimento nervoso e questo è molto più grave.

 

Cos'è il burn-out lavorativo?

 

Il burn-out, noto anche come esaurimento nervoso da lavoro, è una piaga per chi lavora nelle aziende. A volte si pensa che il burn-out riguardi solo il personale sanitario, ma non è così. Riguarda anche manager e impiegati del settore pubblico e privato, dirigenti d'azienda, liberi professionisti... Questo malessere riguarda tutti noi!

 

Cos'è in pratica il burn-out lavorativo? Il burn-out si verifica quando lo stress sul lavoro diventa cronico. Spesso si verifica nei professionisti che sono molto coinvolti emotivamente nel loro lavoro.

 

Il burn-out non è altro che una conseguenza dello stress sul lavoro, esacerbato da diversi fattori:

 

  • Sovraccarico di lavoro
  • Mancanza di riconoscimenti
  • Obiettivi poco chiari e mezzi insufficienti per raggiungerli
  • Assenza di equità che aumenta la sensazione d’ingiustizia

 

Quali sono i sintomi del burn-out?

 

A quali segnali dobbiamo prestare attenzione? Ecco alcune risposte, anche se non dobbiamo dimenticare che il burn-out può assumere forme molto diverse e solo un medico è qualificato per fare la diagnosi:

 

  • Ci si sente impotenti e si perde fiducia in se stessi e nelle proprie capacità. Ci si disinteressa gradualmente e si inizia ad avere un atteggiamento molto negativo nei confronti del lavoro e dei colleghi;
  • Si ha difficoltà a concentrarsi, si fanno errori, non si riesce più a prendere decisioni;
  • Ci si sente stanchi dalla mattina alla sera, si soffre di mal di testa e mal di schiena, nonché di tensione muscolare. I disturbi del sonno (insonnia, difficoltà ad addormentarsi) sono il nostro pane quotidiano;
  • Ci isoliamo, siamo più impulsivi e aggressivi con gli altri.

     

Quali sono le soluzioni per liberarsi dallo stress lavorativo e dal burn-out?

 

Consultare un medico è sicuramente la soluzione migliore per chi soffre di burn-out. Ma idealmente, si dovrebbe evitare di arrivare a questo punto. Il nostro miglior consiglio? Agisci appena noti i primi sintomi dello stress da lavoro!

 

Ecco alcuni suggerimenti:

 

  • La prima cosa da fare è ammettere che non siamo supereroi. Quello che vogliamo è essere produttivi, non stressarci per il sovraccarico di lavoro. Quindi, se necessario, parla subito con il tuo manager e cerca di trovare insieme a lui una soluzione per dividere meglio i compiti;
  • Se non sei più in sintonia con la tua azienda, cerca attivamente un nuovo impiego. Se invece sono i tuoi compiti che non ti soddisfano più, parla con il tuo manager della possibilità di cambiarli;
  • Trova modi per rilassarti al di fuori del lavoro: fai sport o meditazione, passa del tempo di qualità con i tuoi cari... La vita non si limita al lavoro!;
  • Non dimenticarti di Kaya! Il CBD estratto dalla canapa e le piante adattogene sono un piccolo extra da non dimenticare se vuoi ritrovare la tua serenità quando ti senti sopraffatto dalla pressione sul lavoro. Chewing-gum rilassanti, Happy Gummies, Olio adattogeno 5% CBD... una soluzione per ogni situazione!

 

Il CBD come soluzione per migliorare le capacità fisiche e mentali sul lavoro

 

Il CBD e le piante adattogene non solo permettono di calmarsi nei momenti di grande stress professionale, sono anche molto efficaci per migliorare le tue capacità fisiche e mentali.

 

Un leggero calo di motivazione sul lavoro? Per ritrovare la concentrazione e il buon umore, puoi contare sulla gamma "Rise & Shine" di Kaya:

 

  • La cura adattogena Rise & Shine aiuta a combattere il nervosismo, ma anche a migliorare l'umore e la concentrazione.
  • L'olio adattogeno Rise & Shine 3% CBD è perfetto per rilassarsi e migliorare le proprie prestazioni: tiralo fuori al primo segno di cedimento!

 

Le piante adattogene aiutano a combattere lo stress cronico e contribuiscono a lavorare senza pressione. Questo è il modo migliore per alzarsi ogni mattina di buon umore e per aumentare la produttività.